Tutorial

Come utilizzare gli Oculus Touch

Se come nel mio caso avete acquistato gli Oculus Touch (i controller per Oculus Rift) e non sapete come configurarli e di conseguenza utilizzarli nella VR, allora siete nel posto giusto,fermo restando che disponiate ovviamente del visore, software Oculus e di un account. 

Oculus Touch: Guida alla configurazione e utilizzo dei controller

A differenza degli Oculus Rift, i Touch si alimentano tramite 2 batterie (incluse nella confezione) che vanno inserite nei controller stessi. Girando i controller noterete una freccia verso il basso, inutile dire di spingere verso la tale direzione per aprire il vano batterie (una per controller). Alimentati i controller bisogna configurarli, quindi procedete come segue:

  1. Lanciate il software Oculus 
  2. Effettuate l’accesso con il vostro Account
  3. Cliccate sulla rotellina
  4. Cliccate su Settings
  5. Cliccate su Devices
  6. Cliccate su Configure Rift
  7. Cliccate su Add Touch
  8. Seguite la procedura guidata

ATTENZIONE: E’ importante seguire la procedura con estrema attenzione in quanto se ignorerete un solo errore, potreste avere problemi durante l’uso dei controller.  

I Touch si utilizzano principalmente in piedi, per tanto assicuratevi di disporre dello spazio sufficiente. Durante la configurazione guidata vi verrà richiesto di muovervi nella stanza e tracciare dei movimenti con le mani, inoltre dovete posizionare i due sensori (oculus e touch) ad una certa distanza l’uno dall’altro e indicare la vostra esatta altezza e di conseguenza posizionare i visori rivolti verso di voi.

Nota: Per sincronizzarli, basta premere i tasti oculus + B sul controller di destra e i tasti menu + Y sul controller di sinistra, vedrete dei led lampeggiare.E’ possibile tramite le impostazioni disattivare la barriera simile ad una gabbia, per farlo dopo aver completato l’esperienza interattiva con il Robot, dall’Oculus Home premete il tasto Oculus sul controller e recatevi sull’apposita voce. 

Informazioni sull'autore

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR